NOTA! Questo sito non utilizza direttamente i cookie per profilare l'utente ma usa tecnologie simili per la navigazione

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Articoli

L’Ufficio Tecnico si occupa di tutto ciò che riguarda l’edificazione del territorio comunale, la salvaguardia e la tutela del territorio e dell’ambiente, a tal proposito c/o l’ufficio è stato istituito lo SPORTELLO UNICO PER L’EDILIZIA il quale provvede:

a recepire ed istruire le pratiche di edilizia privata e più precisamente:

PERMESSO DI COSTRUIRE

per lavori di:
Interventi di nuova costruzione;
Interventi di ristrutturazione urbanistica;
Interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino aumento di unità immobiliari, modifica del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nella zona omogenea A, comportino mutamenti della destinazione d’uso.

La richiesta deve essere inoltrata dal proprietario compilando l’apposito modulo, affrancando marca da bollo da € 14,62 allegando alla stessa gli elaborati tecnici predisposti dal progettista e l’ulteriore documentazione necessaria per l’intervento che si deve realizzare ai sensi del Regolamento Edilizio Vigente.

Il progetto viene esaminato anche dalla Commissione Edilizia.

Una volta acquisiti tutti i pareri necessari per l’intervento in oggetto viene emesso l’avviso per il rilascio del Permesso di Costruire con il quale si comunicano la determinazione degli oneri concessori, dei diritti di segreteria ed eventuale documentazione da integrare.

Una volta versati da parte del cittadino gli oneri concessori e se necessario integrata la pratica con i documenti richiesti, viene rilasciato il Permesso di Costruire.

I lavori devono essere iniziati entro un anno dal rilascio del permesso di costruire e devono essere ultimati entro tre anni dall’inizio.

L’interruzione dei lavori per più di sei mesi, anche non consecutivi, comporta la decadenza del permesso di costruire.


D.I.A.

per lavori di:

interventi che non rientrano nell’elenco del sopra citato Permesso di Costruire;
varianti a permessi di costruire che non incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie;
opere interne;

La pratica deve essere inoltrata dal proprietario od aventi diritto compilando l’apposito modulo, allegando il bollettino di versamento dei diritti di segreteria di € 25,82, gli elaborati tecnici predisposti dal progettista e l’ulteriore documentazione necessaria per l’intervento che si deve realizzare.

La D.I.A. deve essere presentata almeno 30 gg. prima dell’inizio dei lavori.

Il silenzio del Comune, trascorsi i 30 giorni previsti, comporta l’accettazione della denuncia e quindi la possibilità per l’interessato di realizzare i lavori.

alla conclusione dei procedimenti con determinazione degli oneri concessori;

all'archiviazione delle pratiche edilizie;

a recepire ed istruire le pratiche per il rilascio del certificato di agibilità di un immobile;

La richiesta deve essere inoltrata dal proprietario od aventi diritto compilando l’apposito modulo, allegando le schede catastali dell’immobile, dichiarazione dello stesso richiedente di conformità dell’opera rispetto al progetto approvato, nonché in ordine alla avvenuta prosciugatura dei muri e della salubrità degli ambienti, dichiarazione delle imprese installatrici che attestino la conformità a norma di legge degli impianti.

Entro trenta giorni dalla ricezione della domanda, verificato che tutta la documentazione sia corretta e previa ispezione dell’edificio, l’Ufficio Tecnico rilascia il certificato di agibilità.

Il costo dei diritti di segreteria varia a secondo del numero dei vani degli immobili per cui si chiede l’agibilità e comunque fino ad un massimo di € 51,65.

a recepire ed istruire le pratiche relative ai cementi armati;

La richiesta deve essere inoltrata dal proprietario od aventi diritto direttamente all’ufficio tecnico comunale, in duplice copia (di cui una in marca da bollo da € 14,62).

Ogni denuncia deve essere timbrata e firmata dall’impresa che esegue i lavori.

Alla denuncia devono essere allegati:

  • progetto architettonico
  • progetto delle strutture
  • relazioni di calcolo
  • relazioni illustrative firmate dal progettista e dal direttore delle strutture
  • nomina del collaudatore ed accettazione dell’incarico
  • relazione geologica
  • relazione geotecnica

Il tecnico incaricato provvederà immediatamente alla verifica della documentazione e restituirà una copia (quella senza bollo) con l’attestazione dell’avvenuto deposito.